Il presidente del CONI, Giovanni Malagó, ha parlato dell’ammodernamento degli stadi italiani e delle nuove infrastrutture. “Il 24 giugno si voterà per la candidatura olimpica Milano-Cortina 2026 e abbiamo chiuso brillantemente la questione riguardante le Atp Finals di tennis a Torino. Adesso la battaglia da vincere è principalmente una: trovare il modo di organizzare l’Europeo 2028 di calcio – ha dichiarato Malagó come riporta il Corriere dello Sport – questo perché se noi non abbiamo un’obbligatorietà nei confronti di un organismo internazionale, ci sono sempre le complicazioni per fare un’opera nuova o sistemarne una esistente. Con l’Europeo, dovendo coinvolgere minimo 8 città e fino a 12, potremmo sistemare con certezza gli stadi di Milano, Verona, Bologna, Firenze, Genova, Roma, Napoli, Bari, Palermo e Cagliari”.