“Infantino ha perfettamente ragione". Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò commentando l’affermazione del presidente della Fifa che ha definito il livello degli stadi italiani peggiore di quelli del Gabon. "Da 5 anni ho una patologia nel battere su questo tasto – ha detto Malagò -. Non si possono sviluppare progetti sportivi di livello se non ci sono impianti adeguati e questo vale per tutti gli sport e il caso più eclatante è il calcio". "Credo che l’unica strada percorribile sia cercare di candidarsi agli Europei del 2028 – ha spiegato Malagò -, perché onestamente è indispensabile intervenire in stadi come Verona, Milano, Bologna, Firenze, Napoli, Bari, Palermo, Cagliari. Se ognuno va per conto proprio, come sta succedendo a Genova, Bologna, Firenze ad esempio, i lavori si fanno ma diventa una via crucis". Fonte: ANSA