Colpa non solo dei risultati che non arrivano. Ma a tutto c’è un limite. Va bene la delusione e la rabbia, ma il rispetto deve esserci sempre. Ed oggi è venuto a dir poco meno. La conferenza stampa del direttore sportivo Tony D’Amico, presente al posto dell’allenatore Fabio Grosso, è iniziata con un attacco ad una testata giornalistica veronese, occasione non certo consona per esprimere davanti alle telecamere il disappunto del dirigente gialloblù. Specie quando ad ascoltarti ci sono centinaia di tifosi davanti alla televisione, delusi per l’ennesima prestazione sottotono del loro amato Verona. Così non si va da nessuna parte. E lunedì intanto è attesa la decisione del club veronese sul futuro di Grosso.