“14 mesi senza poter giocare una partita! Ma è bastato molto meno per far sì che quello che ho costruito con fatica e sudore svanisce in un attimo… Tanti addetti al lavoro mi hanno fatto sentire malato, come se il calcio per me potesse essere solo un ricordo… Mi dicevano “Eh ma come stai? Ci serve gente pronta, non giochi da troppo, come ti senti?”. NESSUNO se non pochi che si contano sulle dita della mano hanno pensato alla mia voglia di riscatto, di giocare, di ritornare a fare quello che volevo! Lo dico sinceramente, ho vacillato e pensato anche di smettere, ma così avrei perso anche io e dato ragione a questa gente… Neanche due anni fa avuto toccato il sogno che chiunque giochi a calcio vorrebbe raggiungere e poco dopo sembrava così lontano! Onestamente se mi avessero chiesto dove mi sarei visto adesso non è qui, forse non è il posto che cercavo ma quello di cui avevo bisogno! Di una squadra che mi ha fatto sentire di nuovo giocatore! E ne sarò sempre grato! Questo intanto però lo dedico a tutta quella gente del ”non sappiamo come stai, abbiamo bisogno di gente pronta, non stai bene!”. Grazie per non avermi fatto sentire “PRONTO” siete uno bello stimolo! PS Grazie agli amatori del club giardino che mi hanno tenuto allenato! Questo il messaggio e la foto pubblicati sui social dall’ex attaccante dell’Hellas Verona, Davide Luppi, dopo il gol realizzato ieri contro il Siracusa.