Stadio Mazza, minuto 35 del secondo tempo. Fabio Pecchia chiama in panchina Verde, al suo posto entra Calvano. Calvano chi? Avranno pensato i più. Centrocampista classe 1993 cresciuto nei settori giovanili di Atalanta e Milan, Simone è arrivato a Verona nell’estate del 2012 e dopo i prestiti a San Marino, Albinoleffe, Pistoiese, Teramo, Tuttocuoio e Reggiana, grazie alla fiducia che in lui hanno riposto la società (prolungato il contratto fino al 2020, ndr) e l’allenatore, ieri è arrivato il tanto atteso debutto in Serie A. Una prima da dimenticare solo per la beffa finale che ha visto l’Hellas Verona farsi rimontare dallo 0-2 al 2-2 in due minuti, nello scontro salvezza in casa della Spal. Mercoledì in coppa Italia, Calvano potrebbe avere maggiore minutaggio nella sua Milano, un giocatore su cui Fusco e Pecchia hanno deciso di puntare.