Dopo le tre panchine collezionate in Serie A, la partita di Tim Cup Hellas Verona-Pavia è stato l’esordio in assoluto tra i professionisti per Andrea Badan, terzino sinistro classe 1998. Il giovane prelevato nell’estate del 2014 a parametro zero dal fallimento del Padova, su intuito del responsabile del settore giovanile dell’Hellas Verona Claudio Calvetti, è tutt’ora uno dei migliori prospetti di tutto il vivaio gialloblù. Nella scorsa stagione, con gli Allievi Nazionali di Vitali, Badan è stato uno dei protagonisti che ha portato i baby gialloblù a sfiorare i playoff, obiettivo sfumato solo nelle ultime giornate di campionato. Ma è nel prestigioso Torneo giovanile Città di Arco dove il ragazzo nato a Monselice si mette in mostra, ricevendo il premio come miglior giocatore della manifestazione, e attirando su di sè gli occhi di tutti gli addetti ai lavori. Terzino che non rinuncia mai alla fase offensiva, tra le sue caratteristiche principali spiccano la velocità, la facilità di cross e il voler sempre puntare l’avversario. Un gol per lui quest’anno nel Campionato Primavera, dove involatosi sulla fascia, ha scartato tutta la difesa della Salernitana prima di insaccare in rete.

Un esordio in Prima squadra “rovinato” dai crampi che l’hanno messo ko sul finire di primo tempo, ma il ragazzo ha dimostrato in 40′ di avere qualità importanti ed in caso di bisogno, Delneri potrà contare anche su Badan, il cui obiettivo prioritario resta comunque quello di contribuire a portare più in alto possibile la Primavera di Massimo Pavanel.