I tifosi dell’Hellas Verona ancora una volta hanno dimostrato a tutt’Italia e non solo cosa voglia dire veramente tifare e seguire la propria squadra del cuore. Nonostante l’ultimo posto in classifica, la nona sconfitta rimediata in quindici giornate e lo spettro della Serie B sempre più vicino, i tifosi gialloblù anche ieri contro l’Empoli non hanno mai smesso di incitare Toni e compagni. Ma c’è di più. Al triplice fischio finale, altroché fischi ed insulti per tutti, ma applausi e cori per tenere viva quella timida fiammella di speranza che giorno dopo giorno va sempre più affievolendosi. Ma non per il fantastico pubblico dell’Hellas Verona, merce sempre più rara in questo calcio moderno, comandato oramai solo da gente intenta a guadagnare sulla passione della gente.