A due giornate dalla chiusura della stagione regolare cadetta, la Spal si conferma capolista con 75 punti, Hellas Verona 72, Frosinone 71, Perugia 61, Benevento 59, Carpi 58 e Cittadella (che gioca stasera a Pisa) 57. I playoff saltano se tra la terza e la quarta ci sono dieci punti o più di distacco. Ecco cosa devono fare le prime tre per essere promosse nel prossimo turno:

– Spal: Sabato la Spal va a Terni e poi chiuderà in casa con il Bari. La promozione sarà sicura in caso di vittoria, ma anche in caso di pareggio. E, contemporaneamente il Verona dovrebbe perdere (scenderebbe a -4 della Spal) oppure se una tra Frosinone e Perugia (che gioca a Latina) non vince: nel primo caso la Spal resterebbe a +5 sul terzo posto (o +6, con il Benevento comunque a -14), nel secondo sarebbe a +14 (o+15) sul quarto posto. La Spal in teoria può essere promossa sabato anche se dovesse perdere: in questo caso però è fondamentale che il Perugia non vinca (se pareggia andrebbe a -13).

– Hellas Verona: sabato i gialloblù ricevono il Carpi e all’ultima andranno a Cesena. Per essere promossi al Bentegodi devono vincere e sperare che una tra Frosinone e Perugia non vincano: nel primo caso il secondo posto sarebbe aritmeticamente dell’Hellas Verona (anche per il vantaggio nello scontro diretto), nel secondo potrebbe arrivare anche terzo, ma facendo saltare i playoff, essendo a +13 sul quarto posto; se però stasera vince il Cittadella, i gialloblù devono sperare che anche il club patavino non vinca sabato.

– Frosinone: sabato gioca a Benevento e finirà in casa con la Pro Vercelli. Per fare festa nel prossimo turno il Frosinone deve vincere e sperare che il Perugia perda: anche in questo caso sarebbe in A perché il vantaggio sul quarto posto sarebbe di 13 punti. Sempre che il Cittadella non vinca stasera: in tal caso i veneti non devono vincere sabato. Fonte: La Gazzetta dello Sport