“Il morale si è rialzato, abbiamo centrato l’obiettivo minimo dei playoff. Il sogno più grande era la promozione diretta, ma quel grande sogno torniamo a coltivarlo da domani col Perugia. Favoriti? No, vedo equilibrio. Credo che la differenza la possano fare i tifosi. E noi abbiamo un grande pubblico che ci sostiene. Vogliono vederci lottare in ogni situazione di gioco, non vogliamo deluderli. Con l’arrivo di Aglietti si è aperta una pagina nuova, tutta da scrivere. Ci siamo messi a sua completa disponibilità. Anche perché dopo l’esonero di Grosso abbiamo fatto una profonda autocritica tutti noi giocatori – ha dichiarato Karim Laribi a La Gazzetta dello Sport – Che voto mi darei? Molto basso, insufficiente. Cosa non ha funzionato con Grosso? Siamo stati incostanti nel rendimento. E ci siamo incartati nel momento più delicato, tra marzo e aprile, quando si sono decise le promozioni dirette. Cosa rappresenta per me la Serie A? Un sogno da provare a raggiungere. Ci sono passato un paio di volte con il Sassuolo senza poterla vivere al meglio visti gli infortuni".