Le dichiarazioni del direttore sportivo dell’Hellas Verona FC, Sean Sogliano, a Radio Bellla e Monella.

– Contro il Genoa sarà una partita difficile per noi. E’ importante il loro appoggio, abbiamo bisogno della loro spinta. Soprattutto quando giochi ogni tre giorni, questo diventa un fattore fondamentale. Sono sicuro che domani la nostra gente ci darà una mano, anche nei momenti di difficoltà. Quando ci sono le partite infrasettimanali non c’è mai tempo per recuperare e rilassarsi un attimo. Dobbiamo già avere la testa giusta perché mercoledì sarà una partita molto difficile. Non bisogna pensare a quello che è successo a Torino, ora c’è il Genoa. Vincere è difficile, ogni squadra vuole portare a casa i 3 punti. I rossoblù hanno giocatori importanti che possono metterti in difficoltà, sempre. In ogni partita. Dobbiamo aspettarci una sfida molto combattuta. Nessuno fa’ i punti a caso – spiega – Siamo abituati a voler sempre fare il massimo. Parlare di appagamento dopo sole tre partite sarebbe la cosa più sbagliata. Abbiamo ancora la fame dentro. Sappiamo bene da dove siamo partiti, il percorso di ognuno per poter giocare queste partite, questo campionato. Dobbiamo avere voglia e fame. La stessa che abbiamo dimostrato, sempre. Dall’allenatore ai giocatori. Fino alla società. Bisogna continuare con questa linea, senza pensare a quello fatto. E guardare alla prossima partita, come se fosse da vincere a tutti i costi. E’ un momento triste per Emil, gli siamo vicini. Domani contro il Genoa potrà essere motivo in più per regalargli qualcosa. In questi momenti ci sono poche parole, possiamo solo stargli vicini e aspettare che torni. E’ un momento delicato per lui, ma tornerà presto. Siamo stati molto contenti della visita di Conte. Il Ct sa bene che prima di una partita non ci può essere un clima disteso come in altre occasioni, ma la sua visita ci ha fatto davvero molto piacere. E’ un grande allenatore -. Fonte: hellasverona.it