Esterno d’attacco classe 2002, l’ex Roma dopo aver trascinato a suon di gol la Primavera di Corrent alla promozione, è stato aggregato nel ritiro di Primiero ai gialloblù di Di Francesco. Il nuovo allenatore scaligero, quotidianamente, lo coinvolge in tutte le sedute tattiche, ci parla di continuo come un padre fa con un figlio. Mancino naturale, nel tridente viene schierato con regolarità sulla destra. Un giovane su cui Di Francesco pare voglia puntarci. Ora spetta solo a Cancellieri, dimostrare di poterci stare anche nel calcio che conta.