Nella partita persa (0-1) contro l’Empoli, sconfitta che complica ancor di più il raggiungimento del già difficile traguardo salvezza, si è subito notato come il nuovo allenatore dell’Hellas Verona, Gigi Delneri, alla sua prima in campionato col club di via Belgio, stia cercando di dare una propria impronta alla manovra nel costruire una squadra che cerchi nel giocare la palla la propria identità.

Il dato che più balza all’occhio è infatti il possesso palla: 57% gialloblù, di cui il 66% di esso sviluppato nella metà campo avversaria. Lunghezza media della squadra di 25 metri (molto corta) con una larghezza oltre i 33 metri (si è giocato sulle fasce) sono numeri che riassumono l’andamento generale della gara persa contro la compagine di Giampaolo.

Aggiungiamo poi che sono state create 8 occasioni da gol (record stagionale, ndr), non si è rinunciato al lancio lungo, e si è tirato in porta 7 volte (meglio solo a Frosinone con 8, ndr) su un totale di 13 tiri totali. Senza dimenticarci che l’Hellas Verona resta in assoluto il peggior attacco del campionato con solo 10 gol in 15 partite, ed è la squadra che tira meno (solo il Bologna ha fatto peggio), con 111 tiri totali di cui 51 nello specchio e 60 fuori.

fonte dati: legaseriea.it