“Perché ho prolungato il contratto sino al 2023? Sono stato bene quest’anno a Verona e mi è sembrato giusto continuare. Questo ambiente di lavoro mi fa stare bene, a partire dai magazzinieri a cui voglio bene. Non ho fatto niente di particolare. Qui non c’è la situazione ideale economica, ma ci metteremo a lavorare per fare bene, con umiltà. Producendo calcio come piace me. Quando ho firmato? In tarda serata ieri, mi hanno beccato dopo un amaro (ride, ndr). Non è un sacrifico per me stare a Verona, qui ci sto bene. Debito di riconoscenza nei confronti di chi ha creduto in me? Anche. Diciamo che ora siamo pari con la società. Dal punto di vista tecnico sarà una squadra che lotterà per la salvezza. I miei dubbi? Sul budget. Se il Torino era una possibilità? Non mi sembra assolutamente giusto parlare degli altri“ ha dichiarato a Sky Sport l’allenatore dell’Hellas Verona, Ivan Juric