”Abbiamo preparato al massimo la partita contro il Benevento, pur tra mille difficoltà. Una partita straimportante per noi. Vogliamo fare una bella partita e risultato. È ancora troppo presto per fare calcoli. Gunter? Ha fatto 18 giorni a casa, domani non ci sarà. Barak? La situazione è diversa, è al limite, però lo devo usare. Non lo posso far riposare, questo è sicuro. Veloso? Non ci sarà anche contro il Benevento, spero rientri dopo la sosta. Purtroppo si aggiunge anche Vieira che oggi si è fatto male, penso si sia stirato, mentre Colley ha preso una brutta botta all’anca contro il Venezia e non riesce ad allenarsi. Ilic? È un giovane che può crescere tanto, ha un potenziale enorme ed è un piacere allenarlo. Chi recupero in difesa? Lovato e Ceccherini ci saranno e giocheranno. Come mi spiego i continui infortuni? Quando uno si fa male, per me è come una coltellata. Prima del Covid-19 avevamo riscontrato pochissimi problemi. Li stiamo massacrando, questa è la verità perché noi giochiamo con intensità, andiamo forte, non ce ne frega un c…o e paghiamo questo. I carichi di lavoro li abbiamo diminuiti, non siamo scemi, ma stiamo pagando questa situazione e l’accettiamo. Per cultura del lavoro e conoscenze il mio staff è uno dei migliori in Italia. La volontà dei ragazzi è fantastica nonostante il momento di difficoltà, cercano sempre di fare anche di più di quello che gli chiedo. Tanti giocatori hanno metodi di lavoro diversi e noi siamo molto svantaggiati perché tanti sono nuovi e giovani. Il Benevento? L’anno scorso ha fatto un grande campionato, erano già in Serie A, si conoscono e lavorano bene. Ma se noi non diamo, come sempre, il 100% abbiamo poche possibilità contro la squadra di Inzaghi. Zaccagni? Mattia lo conosco bene, nell’anima, sa quello che voglio da lui. È partito piano ma è cresciuto di partita in partita. Basta vedere la sua gara a Torino contro la Juventus. Kalinic? È ancora lontano dalla sua forma migliore, ma se si mette a posto è un giocatore forte. Domenica scorsa ha fatto vedere qualcosa di interessante e spero arrivi al suo livello. Di Carmine? È recuperato e domani ci sarà. Favilli? Mi spiace davvero tanto per lui, spero possa tornare il prima possibile perché è un giocatore che ha grande qualità. Benassi? È molto lontano dal potersi allenare con la squadra. Ruegg e Faraoni? Ci vorranno settimane prima che possano tornare a disposizione“ ha dichiarato in conferenza stampa l’allenatore Ivan Juric alla vigilia di Hellas Verona-Benevento.