Schietto e diretto. Come sempre. Ivan Juric analizza l’emergenza coronavirus e la gestione dei vertici del mondo del calcio nostrano in questo delicato momento per l’Italia intera.

“Se devo essere sincero, è tutto ridicolo, non è normale, vedi Parma-Spal. Giocano e poi non giocano, poi giocano un’ora dopo. Noi poi adesso siamo qua (durante l’intervista post partita, ndr) a un metro uno dall’altro e in partita tutti difendono abbracciati, si marcano, sputano… Tutto questo non ha senso. Questa è la mia idea. Non si capisce se è più importante la salute o i soldi. Ci sono tante contraddizioni, per me va bene tutto, l’importante è che ci sia coerenza, che decidono bene, sereni, così c’è grande incoerenza” ha dichiarato l’allenatore gialloblù ai microfoni di Hellas Channel e Sky Sport.