“È difficile spiegare questa partita, abbiamo giocato nettamente meglio della Lazio. C’è grande rammarico perché i ragazzi hanno fatto una grande prestazione. Secondo me abbiamo dominato ma alla fine è finita 5-1 quindi stai zitto e vai a casa. Gli episodi sono stati devastanti. Oggi si gioca solo per i soldi, questo non è calcio, uno sport che vive di emozioni. Giocare coi tifosi è tutt’altra cosa. I ragazzi sono splendidi, come quelli che hanno già contratti con altre società e giocano anche con infiltrazioni. L’anno prossimo? Partiamo da zero, rimarremo con 5/6 giocatori e gli altri li compreremo o arriveranno in prestito. Quest’anno si azzera purtroppo ma adesso la società ha stabilità. Gli obiettivi sono chiari sui giocatori che vogliamo, l’unico problema sono i soldi che è un ostacolo grande. Il nostro obiettivo è quello di avere il Verona stabile in A, come non è stato negli ultimi dieci anni. Se mi aspettavo una stagione così? Assolutamente no. A me è stata chiesta una retrocessione dignitosa, ma è stato creato un gruppo fantastico dove tutti hanno dato il massimo“ ha dichiarato in conferenza stampa l’allenatore dell’Hellas Verona, Ivan Juric.