“L’Udinese è una squadra tosta. L’anno scorso meritavamo di più, quest’anno invece ci è andata bene. Vengono da risultati utili, difficilmente prendono gol, una squadra molto organizzata e come tutte, sarà una partita difficile. Ceccherini l’abbiamo perso, mentre sia Vieira che Sturaro stanno invece recuperando. Alla fine la squadra ha fatto una buona settimana. Per tanti mesi non avevo giocatori e non potevo lavorare sulla costruzione del gioco ed altri particolari. Il ko di Roma? Abbiamo fatto 10/15’ brutti. Dopo il primo gol c’è stata una totale mancanza di concentrazione e dopo tutto è diventato più difficile. Da circa un mese si comincia a vedere un po’ il gioco ma siamo ancora in fase di costruzione. Sono strasoddisfatto di quest’anno e mezzo e l’arrivo di Lasagna è un segnale importante del presidente, che è cambiato. A Verona può aprirsi un’altra epoca. Se ci salviamo è un miracolo per la rosa che abbiamo, ma la squadra è all’altezza del compito. A Verona, adesso, può iniziare una nuova epoca. Sono molto ottimista. Lasagna? In questi dieci giorni di allenamenti ha dimostrato di avere grandissimi margini di miglioramento. Oltre la corsa, ha anche tecnica, un giocatore che si deve completare. Può giocare da solo o con Kalinic, li stiamo provando. Kalinic? Ho molta più pazienza di voi. Nikola è un giocatore fenomenale, di movimento. Un giocatore. Tutti ci aspettavamo di più da lui ma può diventare determinante e per questo sta lavorando molto. Bessa? Lo conosco bene, si sta inserendo, lavora bene ed è molto più sereno di prima. È felice di stare con noi e sono sicuro che ci darà una mano. Magnani? Credo tantissimo in lui, a volte fa cose fantastiche alternate però a pause che non ci possiamo permettere. Deve migliorare dal punto di vista della concentrazione. Se partirà titolare a Udine? Dobbiamo ancora decidere se giocherà dall’inizio o a gara in corso, come contro il Napoli, dove ha fatto molto bene. Dawidowicz? È un ragazzo splendido. Mi piace ed in un anno e mezzo è cresciuto tanto” ha dichiarato in conferenza stampa l’allenatore dell’Hellas Verona, Ivan Juric.