“Il Bentegodi mette paura. Bagnoli? Un uomo vero. Non puoi parlare dell’allenatore Bagnoli, devi prima parlare dell’uomo. Mi è stato molto vicino quando io ero lì all’Hellas. Non passavo un grande periodo. Avevo avuto 2,3 infortuni. Ero fuori, ma il coach non mi ha mai fatto sentire lontano dalla squadra. C’era per tutti – ha dichiarato Joe Jordan a L’Arena – La sfida contro il Milan? Una big per il Verona. Poi sarà la volta della Juve, dell’Inter, delle altre. Ma io dico sempre: con chi gioca il Verona? E poi la seconda domanda è: gioca in casa? Se la risposta è affermativa allora dico: può accadere di tutto: il “mio” Bentegodi ti faceva sentire invincibile. La partita col Milan è incerta. Due partite e quattro punti? It’s very good. In Serie A ogni punto costa fatica. La partenza è stata buona. Da voi c’è il mio connazionale Henderson. Mi fido, la A è una grande opportunità per lui”.