Il commento dell’allenatore gialloblù, Andrea Mandorlini, alla vigilia di AS Roma-Hellas Verona FC.

-Recuperi? In realtà si è fermato qualcun’altro: Rafa Marquez e Lazaros Christodoulopoulos non saranno dei nostri. Insieme a Rafael, Benussi, Martic, Sala, Hallfredsson e Agostini. Saranno aggregati alla Prima squadra i giovani Ferrari, Salvetti, Cappelluzzo e Fares. Ritorno alla difesa a quattro? Mi è piaciuta quella a tre contro il Genoa e ci sono diversi uomini che possono sopperire alle assenze dei titolari. La trasferta di Roma? Siamo molto fiduciosi. Ogni partita ha una sua storia e noi andiamo per giocarcela e fare risultato. Problema assenze? Non siamo gli unici ad avere questo problema. Formazione diversa rispetto al Genoa? Vediamo. La squadra mi é piaciuta ed abbiamo dimostrato carattere. Peccato invece non incontrare Iturbe sul campo. Mi dispiace per lui, gli auguro di rimettersi presto. È un giocatore importante che avrebbe potuto fare la differenza domani. Mi piacerebbe vederlo nel pre gara, lo considero come un figlio, mi ha dato tanto e penso anch’io di avergli trasmesso qualcosa. Sono felice per lui. Roma imbattibile? Le statistiche parlano chiaro, sono molto forti e si adattano ad ogni situazione. Qualche piccola difficoltà però possono trovarla anche loro. Andiamo là consapevoli dell’impegno che sarà, ma faremo il nostro per portare a casa i tre punti. Chi al posto di Martic? Potrebbe esserci Sorensen che può fare il quinto di destra. Anche Rodriguez può giocare nella difesa a tre. Totti contro Toni? Due grandi campioni: l’hanno dimostrano, e continuano a farlo, sia in campo che fuori. Tanti gol per entrambi, ma Totti forse é la vera bandiera del calcio italiano anche per la fedeltà che ha dimostrato alla Roma. Un gol per il compleanno di Totti? Spero festeggi dopo la partita (ride ndr). Ionita? Tecnicamente non mi ricorda nessuno in particolare, ma ha molto carattere. Si allena da vero campione e dimostra molta intelligenza nel gioco. Gollini? Gigi si é fatto trovare pronto e questo é fondamentale. Accortezze tecniche contro la Roma? L’anno scorso le abbiamo perse entrambe, ma si è trattato di episodi. Altre pretendenti a parte Roma e Juve? Non credo. I primi due posti sono già prenotati. Rivelazioni di quest’anno? Per le sue caratteristiche credo Nico Lopez. É un giocatore che trova bene gli spazi e domani penso ne avremo. Tachtsidis? Al di lá degli errori che può aver commesso o che commetterà, per noi è imprescindibile ed è un piacere averlo qui-.