Lo ha appena comunicato nell’edizione straordinaria in diretta sulla Rai, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

“I numeri dicono che i contagi crescono, come le persone decedute a cui va il nostro pensiero. Le nostre abitudini vanno cambiate, ora. Ci saranno norme più stringenti per contrastare l’avanza del coronavirus. La salute dei cittadini è un bene messo a repentaglio e noi dobbiamo agire subito. Sto per firmare un provvedimento “Io resto a casa”. Non ci sarà più zona rossa o zona 1 o 2, ma comprenderà tutta la penisola italiana. Ci sarà il divieto di assembramenti all’aperto nei locali aperti al pubblico. La decisione oggi è quella di restare a casa – ha dichiarato il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte – Non c’è ragione per cui proseguano le manifestazioni sportive. Tutti i tifosi devono prenderne atto. La sospensione delle attività didattiche sarà sino al 3 aprile”.