Tra York Capital e Palermo si è alla stretta finale. L’Edge fund statunitense, con un giro d’affari di 20 miliardi di dollari, ha già rotto gli indugi da tempo decidendo di virare in modo concreto sull’acquisizione del club rosanero rispetto all’ipotesi Sampdoria. I legali delle parti sono al lavoro già da una settimana per la stesura della bozza d’accordo – si legge su La Gazzetta dello Sport – Lo schema concordato sarà inizialmente quello di un preliminare che prevede, oltre all’acquisto delle azioni del Palermo per la cifra simbolica di 10 euro (cioè lo stesso prezzo pagato dagli inglesi a Zamparini e ora da Daniela De Angeli) e l’accollo dei debiti (47 milioni di euro circa), l’immissione iniziale nella casse di viale del Fante di 4 milioni di euro. Questo denaro fresco consentirà al club di portare a termine la stagione e, nel frattempo, lavorare alla vendita definitiva entro l’iscrizione al prossimo campionato, termine ultimo, anche se non è detto che la cessione non possa avvenire prima di quella data.