Tra pochissimo, le finora introvabili mascherine per la protezione della gente comune dal coronavirus, potrebbero non essere più così inarrivabili.

Fabio Franceschi, titolare di Grafica Veneta S.p.a., azienda leader mondiale nelle soluzioni avanzate per la stampa, in costante contatto con la Regione ha sperimentato una mascherina che ha tutte le caratteristiche per fornire un’ottima protezione per circa l’80% della popolazione, ad esclusione dell’uso prettamente sanitario e chirurgico.

È la soluzione alla veneta per un problema cruciale in tutta Italia. Si tratta di una mascherina dall’aspetto inedito, realizzata con un “tessuto non tessuto”, consistente, morbida, resistente all’umidità, a elevata capacità di barriera, facile da indossare anche per gli anziani.

Sarà distribuita da Protezione Civile e Volontari in punti sensibili su tutto il territorio, per esempio fuori dagli ospedali, nei supermercati e nella rete commerciale ancora aperta.
Per sanitari, medici di base e operatori delle case di riposo continua invece la distribuzione dei dispositivi di tipo professionale.

La potenzialità produttiva della mascherina presentata oggi è di 500-700 mila pezzi al giorno (800 mila ne sono già state prodotte) ma in circa dieci giorni Grafica Veneta è in grado di arrivare a 1,5 milioni al giorno. Grafica Veneta regalerà due milioni di pezzi alla Regione Veneto per gli usi più opportuni.

Con questa straordinaria generosità e altrettanta capacità di innovazione di processo e di prodotto, Grafica Veneta entrerà nella storia. Il suo dono di due milioni di mascherine è di vitale importanza ma, se necessario, ne prenderemo tutte quelle che serviranno, pagandole, com’è giusto che sia!

Presidente Regione Veneto
Luca Zaia