Fantastica impresa per la Primavera gialloblù di Massimo Pavanel, che sotto per 0-2 al 46′ del secondo tempo riesce a raddrizzare, in nove uomini nei minuti di recupero, una partita che ha sempre condotto per tutta la gara. Le reti di Buxton e di Speri che corregge in gol il calcio di rigore che il portiere del Brescia Gagno aveva respinto. Partita fortemente condizionata dal signor Possanzini di Forlì, che al 28′ espelle clamorosamente Lancia per un’inesistente gomitata, e 2′ più tardi caccia anche Pavanel che potrestava per aver negato alla propria squadra un evidente mani in area. Nella ripresa, dopo il vantaggio al 16′ del primo tempo di Minessi, il Brescia raddoppia sempre con il numero 11 bresciano in chiara posizione di fuorigioco. Nonostante una partita giocata contro un evidente arbitraggio a sfavore, i baby gialloblù non si arrendono e nei minuti di recupero (dove esce Riccardi per infortunio, ndr) fanno esplodere la gioia dei tifosi presenti al comunale di Vigasio.

HELLAS VERONA (4-3-3): Salvetti, Pavan, Miron, Riccardi, Badan (dal 19′ st Hoxha), Danzi (dal 34′ Buxton), Pellacani (dal 6′ st Dagnoni), Guglielmelli, Speri, Tronco, Lancia.
A disposizione: Vencato, Grossi, Casale, Gilli, Pinton, Viterale. All.: Pavanel.

BRESCIA (4-3-3): Gagno, Filippi (dal 24′ st Bruno), Bondioli, Marconi, Bodei, Marconi, Cariello, Said, Camilli, Martinelli (dal 39′ st Pandero), Minessi (dal 31′ st Maspero). A disposizione: Lancini, Forlani, Iunco, Milanesi. All.: Possanzini

Arbitro: Sign. Piccinini sez. Forlì coadiuvato dagli ass. Saccenti e Zambelli

NOTE: Espulso Lancia al 28′ per gioco scorretto; Pavanel al 30′ per proteste.