Nato a Peschiera del Garda e cresciuto calcisticamente nell’Hellas Verona. Le origini sono albanesi ma il cuore è gialloblù. Al 100%. Difensore classe 2000, è Marash Kumbulla la piacevole sorpresa della squadra di Ivan Juric. Il nuovo allenatore gialloblù, complice anche gli infortuni di Bocchetti e Gunter, ha dato sempre fiducia al giovane centrale scaligero nelle amichevoli pre-campionato ed il nazionale albanese (ha il doppio passaporto, ndr) non ha mai sfigurato. Anzi. “Una delle qualità più importanti che ha il ragazzo, è la professionalità. Nonostante la giovane età, si è sempre applicato al massimo, dando tutto per la causa gialloblù. Nelle giovanili dell’Hellas, ha sempre giocato coi più grandi a dimostrazione che il Verona ha sempre creduto in lui, società che ha deciso di prolungargli il contratto sino al 2022 – ha dichiarato a Hellas Live l’agente di Kumbulla, Gianni Vitali – L’impiego costante da parte di Juric nelle amichevoli? Si sta togliendo delle belle soddisfazioni dopo la complessa stagione passata, chiusa poi nel migliore dei modi con la promozione in Serie A. L’esordio in prima squadra in Coppa Italia a Catania e la prima nel campionato cadetto contro il Cittadella, sono state due giornate che rimarranno indelebili nella sua testa. Piccoli guai fisici poi l’hanno fermato ma anche questo sono sicuro gli sia servito per maturare. Kumbulla deve continuare a fare quello che sta facendo, applicandosi sempre al massimo, tutti i giorni. Solo così potrà migliorare e dimostrare le sue importanti qualità. Ha la mentalità giusta per raggiungere i suoi obiettivi, grazie anche all’educazione che gli ha insegnato la sua splendida famiglia”.