“Ogni volta che ho cambiato città ho lasciato qualcosa e mi ha regalato qualcosa… Ogni volta ho pianto… Ogni volta ho avuto paura e ogni volta mi sono reinventata. Sono sempre state opportunità che la vita mi ha regalato e come tali le ho vissute, alcune è vero, mi hanno fatto soffrire, ma ho sempre cercato di ripetermi che se si è generosi e si pensa al bene delle persone, forse quel bene ti torna indietro… E andar via da Verona è stata una scelta inevitabile, MA, perché c’è un “ma” devo dire GRAZIE con tutto il cuore ai veronesi… Alla loro gentilezza, ai loro sorrisi, alla loro disponibilità immensa, all’affetto, alla stima, all’educazione e alla dolcezza che hanno avuto in questi due anni e mezzo e che ho ed avrò nel cuore per sempre! Verona è la città dell’amore, è vero, ma perché non puoi non amarla… Non puoi non adorare piazza Bra, guardare basita piazza delle erbe, non sognare davanti a Romeo e Giulietta, non cenare con un buon Soave, non mangiare risotto all’Amarone senza volerne fare indigestione… Verona è una meraviglia, la meraviglia che mi porterò nel cuore da oggi però sempre con tutta la sua gente e tutti quei tifosi che non conoscevo ma che dal primo all’ultimo hanno sempre avuto belle parole! Tornerò, il mio lavoro andrà avanti in Italia, i miei amici resteranno amici, tutto resterà uguale ma diciamo che lo farò mangiando paella e bevendo sangria per il resto “io non dimentico niente”, mai, nel bene e nel male.. Io ricordo tutto quello che vale la pena e tu Verona vali la pena… Città splendida a cui devo tanti bei ricordi… Ci vediamo presto!”. Questo il messaggio e la foto pubblicata sui social da Silvia Slitti, moglie di Giampaolo Pazzini.