È uno dei giocatori di proprietà del club di via Belgio che si è maggiormente contraddistinto nel campionato di Lega Pro. Il centrocampista Mattia Zaccagni quest’anno a Venezia (32 presenze, 1 gol e tanti assist, ndr) ha impressionato tutti per personalità e tecnica.

Classe 1995, Zaccagni rappresenta l’Hellas Verona del futuro, club scaligero che l’anno scorso al primo anno in gialloblù con la Primavera di Pavanel, gli ha fatto firmare un contratto con scadenza giugno 2017.

“Sono molto contento della mia annata a Venezia – ha dichiarato il baby centrocampista gialloblù a HELLAS LIVE – La stagione tutto sommato è da considerarsi positiva. Il mio futuro? Il mio obiettivo è quello di partire per il ritiro con l’Hellas. Darò il massimo per dimostrare quello che so fare e quanto sono migliorato dopo la mia prima annata tra i professionisti. La Serie A è il massimo, ma se dovesse arrivare una chiamata dalla cadetteria per fare esperienza accetterei ben volentieri, ci mancherebbe (ride, ndr). Mi piacerebbe – continua Zaccagni – partire per il ritiro con l’Hellas insieme a Mandorlini e Toni. Due figure molto importanti per carisma e temperamento. Con Luca ho avuto la fortuna di allenarmi qualche volta e di parlarci molto. Che dire: Toni è Toni! Da lui c’è solo da imparare, è un esempio e la sua carriera dimostra quello che è riuscito a fare partendo da molto lontano”.