La società di Maurizio Setti, dopo i vari tentativi di televisioni e quotidiani nazionali di etichettare ancora una volta i tifosi scaligeri come razzisti, ha preso subito le difese del popolo dell’Hellas Verona all’indomani della partita col Milan. E nel tardo pomeriggio di oggi, anche il Giudice Sportivo ha dato ragione al club gialloblù. Domenica sera al Bentegodi non ci sono stati cori di discriminazione razziale e territoriale nei confronti di Kessie e Donnarumma. Da condannare semmai ci sono gli attacchi gratuiti che ancora una volta la città di Verona e la tifoseria dell’Hellas hanno dovuto subire.