Il centrocampista marocchino dell’Hellas Verona è una delle certezze della squadra di Andrea Mandorlini in questo finale di campionato. Nonostante il lungo stop che lo ha condizionato per gran parte della stagione, Obbadi ha conquistato la fiducia di mister e società. Non a caso il club di via Belgio sembra intenzionato ad acquistare il cartellino del giocatore tutt’ora di proprietà del Monaco. Nel contratto stipulato lo scorso luglio tra le due società è stata inserita una clausola per il diritto di riscatto da parte degli scaligeri a 1.6 milioni di euro. Ma questa cifra è solo una proforma: le normative federali francesi prevedono infatti che la cifra per riscattare un giocatore sia proporzionata alla spesa onerosa del prestito. Più facilmente al termine del campionato, Monaco e Verona troveranno un accordo (che in linea di massima sembra già esserci) per il trasferimento del cartellino di Obbadi in cambio di una cifra ben inferiore al milione e seicentomila euro. A favore dei gialloblù gioca anche il fatto che Obbadi si trova benissimo in riva all’Adige e nel caso in cui non si trovasse l’accordo per il riscatto, il centrocampista trentaduenne ritornerebbe in Francia con solo un altro anno di contratto. Obbadi-Hellas Verona, un futuro che può essere ancora a tinte gialloblù