“Il suo gol al Torino? Ero presente allo stadio, siamo rimasti molto contenti perchè poi il Verona è riuscito a fare punti. Anche Moise era molto felice di questo e il loro campionato inizia da domenica, dove nelle prossime sfide ci saranno squadre più abbordabili di Napoli, Lazio e Roma. L’obiettivo di Moise è quello di fare più presenze possibili, sarebbe importante per un 2000 giocare il più possibile anche per l’anno prossimo. Deve mettersi a disposizione del mister per dare una mano alla sua squadra per centrare la salvezza. Magari può far tanti gol, ma questo non è la priorità – ha dichiarato Giovanni Kean, fratello dell’attaccante dell’Hellas Verona, a tuttojuve.com – A Verona si sta trovando bene, la città gli piace. Mister Pecchia gli sta dando fiducia e i compagni sono favolosi. E’ un bellissimo ambiente dove ci sono molti ragazzi giovani, la squadra deve trovare continuità perchè se fa bene la squadra, fa bene anche lui. Ha bisogno di giocare a fianco di calciatori molto esperti come Pazzini e Cerci. Il rapporto con Pazzini? Mi ha sempre parlato bene di lui, mi dice che è una bravissima persona. Impara da lui perchè gioca nello stesso ruolo, si trovano bene a giocare insieme e, secondo me, la squadra nell’ultima partita ha giocato meglio proprio da quando è entrato l’ex calciatore del Milan. Erano più pericolosi. Con lui, Moise gioca da esterno oppure gli gira intorno”.