Il Comune di Verona e l’associazione Save Moras Italia si mobilitano per Alessandro Maria, il bimbo di un anno e mezzo affetto da una malattia genetica rara. La sua unica speranza è rappresentata da un trapianto di midollo, ma è necessario trovare un donatore compatibile. Per questo, si terrà una giornata di sensibilizzazione, domenica 28 ottobre, in collaborazione con il Comune di Verona e Save Moras Italia, l’associazione fondata dal calciatore dell’Hellas Verona Vangelis Moras, in ricordo del fratello Dimitris scomparso nel 2015 per leucemia. I volontari dell’associazione, dalle 14 alle 20, saranno in piazza Bra con un banchetto, volantini, gadget e video per informare e coinvolgere i veronesi sull’importanza della tipizzazione. “Fare sensibilizzazione ed essere informati – sottolinea l’assessore al Sociale Stefano Bertacco – è il primo passo per riuscire a combattere le leucemie e le malattie rare. Diventare donatore, quindi, è un gesto di grande generosità, ma anche di responsabilità, per questo va fatto in maniera consapevole. Occorre andare in ospedale e tipizzarsi, solo in questo modo, a Verona, si può essere aggiunti al registro dei donatori e contribuire alla lotta contro leucemie, linfomi e malattie rare come quella di Alessandro Maria”. ”Dal 2015 – spiega Elisa Barana di Save Moras Italia – organizziamo incontri ed eventi allo scopo di sensibilizzare le persone e i giovani sull’importanza della tipizzazione per donare speranza ai malati leucemici. In questi anni, abbiamo incontrato migliaia di veronesi e abbiamo spiegato loro l’importanza di diventare donatori di midollo”.