Il caso dei presunti cori razzisti contro Muntari durante la gara Verona-Milan di domenica 19 ottobre finisce in Parlamento e all’attenzione del governo. Il vicepresidente dei deputati della Lega Nord, Matteo Bragantini, ha presentato un’interrogazione al ministro dell’Interno, Alfano. Bragantini sottolinea che -le decisioni assunte dai giudici sportivi hanno importanti conseguenze economiche per le società sportive, ma anche ricadute sotto il profilo dell’impatto sociale generando quindi pesanti ripercussioni sull’intera città-. Per questo il deputato leghista chiede ad Alfano di sapere -quali iniziative intenda adottare per garantire la sicurezza dei cittadini in occasione dello svolgimento delle gare sportive-, evidenziando il rischio che disposizioni rigide assunte dai giudici sportivi senza essere ampiamente supportate da prove certe, -oltre ai danni d’immagine possono contribuire ad alimentare nei tifosi un’avversione nei confronti degli organi costituiti alla tutela dell’ ordine pubblico-. La corte d’appello della Figc, prendendo posizione contro il provvedimento inizialmente deciso dal Giudice sportivo, aveva sospeso la chiusura della curva Sud del Bentegodi (stasera aperta ai tifosi in occasione di Verona-Lazio), e la stessa Procura della repubblica del capoluogo scaligero ha aperto un’inchiesta per falso sul rapporto dei commissari Figc.

fonte: larena.it