Una carriera lunghissima nel Milan, da calciatore, dieci anni nel Torino da allenatore. Il mondo del calcio piange Luigi Radice, prima difensore (arrivato anche in Nazionale) poi tecnico. Tra le sue panchine poteva annoverare Fiorentina, Cagliari, Roma, Inter, Milan, Bari e Genoa. Aveva 83 anni ed era malato di Alzheimer. Il Torino di Radice, nello storico campionato 1984/85, arrivò secondo alle spalle dell’Hellas Verona di Bagnoli campione d’Italia