“La continuità fa la differenza. L’identità è fondamentale. Grosso vive la sua personale gavetta all’Hellas. Capita di trovare difficoltà, capita di dover correggere il tiro in corsa. Fa parte del percorso. A me Grosso piace per idee e volontà di giocare palla sempre e comunque. Il Brescia? Ha tutto per chiudere davanti. È l’anno del Genio (Corini, ndr). Il Lecce di Liverani propone il calcio più bello, insieme al Brescia. Cosa deve fare il Verona? Deve restare in scia, piazzarsi bene. Rivedere quello che non va. Trovare la solidità che i playoff richiedono. Farsi trovare pronto. Io specialista? Ci si arriva tutto insieme all’obiettivo, con piena condivisione di squadra, con piena consapevolezza di se stessi. Una squadra che non è gruppo non fa strada – ha dichiarato Beppe Iachini a L’Arena – Rivali dei gialloblù per la post season? Il Benevento. E viceversa. Poi c’è il solito Cittadella. Penso anche allo Spezia. Perché dovremmo scommettere sull’Hellas? Perché c’è un valore assoluto di squadra. Perché la piazza può scaldare il gruppo. Perché, comunque, la A non è ancora scappata. E anche perché il percorso fatto fino ad oggi può avere insegnato molto. Come si vincono i playoff? Prendi il tempo agli avversari. Gestisci le energie, vai oltre le esitazioni. Trasformi gli errori in punti di forza. Non perdi l’attimo. Più vai avanti e meno devi sbagliare”.