Brescia-Verona si ritrovano avversarie dopo 4 stagioni e torna così un classico della serie B, se pensiamo che 32 dei 37 precedenti ufficiali al Rigamonti tra queste due squadre si sono giocati a livello di cadetteria. La tradizione non è favorevolissima ai colori gialloblu, a secco di vittorie dal 29 novembre 1998, quando fu 2-0, proprio in B, con i gol di Cammarata e Guidoni ed un rigore fallito per parte, da Hubner per i padroni di casa, da Aglietti (oggi coach dell’Ascoli) per gli scaligeri. Da quel giorno 4 vittorie bresciane e 2 pareggi nei 6 confronti a Mompiano.

Il Brescia ha sempre subito gol nelle 7 partite di serie B da inizio 2017, per un totale di 12 gol al passivo. L’ultimo match chiuso a porta inviolata risale allo 0-0 di Trapani del 30 dicembre scorso.
Il Verona è in profonda crisi lontano da casa e lo certificano le cifre in modo inequivocabile: scaligeri senza successi esterni dal 5 novembre scorso, 4-1 a La Spezia, poi 1 pareggio e 5 sconfitte, 12 reti subite (esattamente 2 in media ad incontro) ed a secco da 315’ (ultima rete firmata Pazzini al 45’ dell’1-1 a Carpi della vigilia di Natale, poi si conta la ripresa del “Cabassi” e le trasferte perdute a Latina ed Avellino per 0-2 ed a Frosinone per 0-1).

Brescia-Verona vedrà di fronte una delle difese “groviera” della Lega B 2016/17 (Brescia, 40 gol subiti in 28 giornate, come Ternana e Trapani) e l’attacco più prolifico (Hellas Verona, 46 reti realizzate).

Caracciolo vs Pazzini: La rete dello scorso 24 febbraio contro il Cittadella, firmata da Andrea Caracciolo, ha portato l’ “airone” a 11 gol nella Lega B 2016/17, centrando per il quinto anno di fila l’approdo in doppia cifra. Diventano così 10 – in assoluto – le stagioni in doppia cifra di Caracciolo nel professionismo, tutte sempre con la maglia del Brescia, dove – dati aggiornati alla mano – l’ “airone” è arrivato a 163 gol segnati in 367 partite ufficiali con la maglia delle “rondinelle”, la leggenda del calcio a Brescia.
Con la doppietta segnata nel turno infrasettimanale contro la Ternana, Giampaolo Pazzini è sempre più capocannoniere della B 2016/17 con 19 centri; l’attaccante di Pescia ha eguagliato il suo primato personale stagionale, fissato nel 2009/10 alla Sampdoria in A: 19 reti a fine stagione. Pazzini resta anche il calciatore più decisivo del torneo: 24 punti dell’Hellas arrivano grazie ai suoi gol determinanti, in specifico le vittorie contro Latina, Frosinone, Ternana, Bari e Salernitana in casa, a Terni ed Ascoli Piceno, i gol dei pareggi casalinghi per 2-2 contro Brescia e Perugia e dell’1-1 a Carpi. In pratica il 49% dei punti gialloblu arrivano da lui (24 su 49 totali): nessun calciatore incide così tanto nelle fortune di una squadra di Lega B 2016/17.

Secondo confronto tecnico ufficiale tra i due allenatori – Cristian Brocchi e Fabio Pecchia – in partite ufficiali. L’unico precedente è relativo al match di andata di questo campionato, pareggiato per 2-2 al “Bentegodi”. Da calciatori troviamo 3 confronti, senza pareggi, con score di 2 successi per l’attuale mister dei lombardi ed 1 per quello scaligero.

Terza sfida ufficiale, da tecnico, per Cristian Brocchi contro l’Hellas Verona: il bilancio dei 2 precedenti è di 1 pareggio ed 1 vittoria veneta. Brocchi, da calciatore, ha vestito la maglia dell’Hellas Verona per due stagioni: dal 1998/99 al 1999/00. Con essa, nel primo anno ha prima esordito in serie B, mettendo a segno ben 6 reti (suo record di marcature stagionali) ed ha ottenuto la promozione in serie A, in cui ha esordito nel secondo anno, centrando la salvezza. Per lui, in totale, in maglia gialloblu 63 gare ufficiali ed 8 reti.

Il Brescia arriva a questo match con 31 punti ( 7 vittorie, 10 pareggi e 11 sconfitte). Il Verona invece di punti ne ha 49 e ha realizzato 46 gol subendone 30 mentre il Brescia ha segnato 32 gol e subiti 40.

Arbitrerà l’incontro il Sig. Gianluca AURELIANO di Bologna. Sono sette i precedenti con il Brescia: il pareggio contro il Siena per 2 a 2 nella stagione 2013/2014, la sconfitta con il Carpi per 2 a 0 nella stessa annata, la vittoria casalinga nella stagione 2014/2015 contro il Crotone con le reti di Benali e Scaglia, la sconfitta per 3 a 2 a Bari e la vittoria contro il Como il pareggio a Chiavari con l’Entella sempre nella stessa stagione. Tre precedenti risalgono all’annata passata e precisamente al pareggio con l’Entella e le sconfitte esterne con Lanciano e Cagliari. Ultimo precedente nella gara d’andata contro l’Hellas Verona (2-2).