Alla scoperta di Hellas Verona-Benevento con i dati Panini Digital e Opta.

SUPREMAZIA TERRITORIALE

59% la supremaziona territoriale, ovvero la percentuale del tempo passato tenendo la palla nella metà campo avversaria. 609 palle giocate, di cui 64 nell’area campana: esattamente il doppio di quelle del Benevento (32). Molto positivo l’IVS, l’indice di valutazione squadra, ovvero la somma di quanto prodotto in attacco e in difesa: 61 a 39 per l’Hellas. 24 tiri totali, infine, contro gli 8 del Benevento, che hanno portato 6 occasioni da gol per la squadra allenata da mister Pecchia. Solo due per il Benevento: i due gol. Pressing alto, inoltre, per i gialloblù (49,4 metri contro i 41,2 degli ospiti).

RECORDMEN GIALLOBLU’

I cinque calciatori che hanno fatto più tiri durante Hellas Verona-Benevento sono tutti gialloblù: Pazzini (5 tiri), Bruno Zuculini (4), Bessa, Romulo e Luppi (3 ciascuno). Caracciolo invece è primo per palle recuperate (24). Per quanto riguarda i passaggi riusciti, ancora primato top 5 per il Verona: Bessa a quota 54, seguono Caracciolo (51), Fossati (47), Romulo (45) e Bruno Zuculini (43).

I MARCATORI DEL MATCH

Romulo ha partecipato a 8 gol del Verona in questo campionato (3 reti, 5 assist) – quarto miglior centrocampista del campionato cadetto in questa speciale classifica. Davide Luppi con il Benevento ha invece trovato la sua quarta segnatura stagionale, che è anche la 26a del Verona nei primi tempi: nessuno in B ha fatto meglio.

fonte: hellasverona.it