Sostanziale dominio della partita per l’Hellas: la supremazia territoriale dei gialloblù è stata di 14′:33", contro i 4′:26" degli avversari, che hanno giocato solamente 11 palle in area del Verona, contro le 58 dei gialloblù in area bianconera. L’IVS del Verona (indice di valutazione di squadra, che permette di dare una valutazione obiettiva alla prestazione di una squadra, indipendentemente dal risultato finale della gara) è di 72 punti, quello dell’Ascoli si ferma a 28. Il baricentro medio dell’Hellas si attesta sui 61,8 metri, mentre il pressing – molto alto – è stato di 54,1 metri.

345 MINUTI A PORTA INVIOLATA

Verona imbattuto da tre turni di campionato. Sette i punti conquistati, frutto di due successi e un pareggio, i gialloblù non subiscono gol da 345 minuti, ultima rete al passivo quella di Ciofani del Frosinone. E con questa, le partite chiuse senza subire gol salgono a 13, solo il Benevento è riuscito a fare meglio (15) in questa Serie B.

RECORDMEN GIALLOBLU’

I numeri premiano i gialloblù anche singolarmente. Souprayen (65), Fossati (56), Caracciolo (53), Bessa (52) e Ferrari A. (50): sono loro i calciatori che in tutto il match hanno confezionato più passaggi. Anche per quanto riguarda i tiri, le statistiche sono tutte senso unico gialloblù: 20 i tiri totali dei gialloblù, quello che ha calciato di più è stato Siligardi.

fonte: hellasverona.it