Importanti i numeri dell’attacco dell’Hellas: 55% di possesso palla, 8′ e 22" di supremazia territoriale, ovvero il tempo passato mantenendo il possesso palla nella metà campo avversaria. Per 9 volte i gialloblù sono arrivati al tiro su azione, 4 indirettamente da calcio piazzato e 1 volta da calcio piazzato. Sui 14 tiri totali, 9 volte i gialloblù hanno cercato la finalizzazione dall’interno dell’area di rigore, 5 da fuori area.

La formazione gialloblù ha mantenuto la porta inviolata nelle ultime due partite in Serie B, era da fine ottobre che la squadra di Pecchia non subiva gol per almeno due partite consecutive in campionato. In questo campionato, il Verona è riuscito chiudere il match senza subire reti per 12 volte, ad oggi solo il Pisa ha fatto meglio (13).

Con il gol realizzato da Zaccagni al 35 minuto, il Verona è la squadra che ha segnato di più negli ultimi 15’ del primo tempo nel campionato cadetto in corso: ad oggi sono 14 le reti siglate in questo lasso di tempo. Quella con il Brescia è la seconda rete del numero 20 gialloblù in questa in Serie B, entrambe sono arrivate in partite fuori casa (la prima ad Ascoli a ottobre). In generale, i gialloblù si stanno dimostrando molto prolifici nel primo tempo: 11 degli ultimi 16 gol del Verona in campionato sono stati realizzati nella prima frazione di gioco.

fonte: hellasverona.it