Sette gare consecutive da imbattuti in casa per i gialloblù, che hanno mantenuto la porta inviolata in 10 occasioni.

Il Verona più giovane della stagione gioca con baricentro avanzato (63,2 metri contro i 48 della SPAL) e pressing alto (54 metri a 38,1) ma non non riesce a concludere la grande mole di gioco prodotta, con 2 tiri in porta nei 16 tentativi effettuati. Rivivi Hellas Verona-SPAL attraverso i numeri e la statistiche Panini Digital e Opta.

DIFESA E ‘BENTEGODI’
In questo campionato, l’Hellas Verona non ha subito gol in 10 partite: solo tre squadre (Benevento, Pisa e Spezia) hanno fatto meglio. Porta imbattuta per i gialloblù in quattro delle ultime cinque gare giocate al ‘Bentegodi’, dove il Verona non perde da 7 giornate di campionato (4 vittorie e 3 pareggi, questo lo score).

GIOVANI GIALLOBLU’
Proprio il ‘Bentegodi’ è stato il "teatro" del Verona più giovane della stagione. Nel match giocato contro la SPAL, infatti, la formazione iniziale schierata da Fabio Pecchia aveva un’età media di 25 anni e 112 giorni. Esordio in gialloblù per il classe 1994 Alex Ferrari, 15 intercettazioni e 8 recuperi aerei per lui.

PALLE RECUPERATE, PASSAGGI RIUSCITI, TIRI E MINUTAGGIO
Da difensore all’altro, con Samuel Souprayen che, insieme a Fabio Lucioni del Benevento, è uno dei due calciatori di movimento ad aver disputato per intero tutte le 26 partite di questo campionato (2340 minuti). Il gialloblù detiene anche il record di passaggi riusciti nel match con la SPAL, 60, mentre per quanto riguarda le palle recuperate e i tiri, entrambi i primati appartengono a Marco Ezio Fossati (rispettivamente, 26 e 4). Da rivedere la precisione di squadra: di 16 tiri totali, 2 hanno centrato lo specchio della porta.

fonte: hellasverona.it