Due anni sulla panchina gialloblù per Fabio Pecchia valgono una promozione diretta in Serie A senza passare dalla roulette dei playoff ed una retrocessione in cadetteria prevedibile visti mercato, gioco e risultati. L’allenatore di Formia saluta Verona dopo 80 partite, per un totale di 27 vittorie, 18 pareggi e 35 sconfitte, bilancio di 99 punti raccolti. Al primo anno all’Hellas Verona, in Serie B, Fabio Pecchia ha collezionato 20 vittorie, 14 pareggi e 8 sconfitte, con 64 reti all’attivo (23 gol in 35 giornate di Pazzini, ndr) e 40 al passivo, per un totale di 74 punti, campionato chiuso al secondo posto alle spalle della Spal. All’esordio in Serie A, non solo i numeri condannano l’Hellas Verona di Fabio Pecchia alla retrocessione. Appena 25 punti in 38 giornate, gialloblù che hanno salutato il massimo campionato italiano con due giornate d’anticipo. In Serie A fatti appena 30 gol, subiti invece 78, con un bilancio finale di 7 vittorie, 4 pareggi e 27 sconfitte. In due anni a Verona, Fabio Pecchia ha collezionato in totale 80 panchine, con 27 vittorie, 18 pareggi e 35 sconfitte, realizzando 94 reti ed incassandone 118.