“Sono un giocatore che ha varie qualità, mi piace giocare in mezzo al campo e prendere la palla. Ogni giorno per me è una grande occasione per migliorare il mio gioco. Voglio lavorare sodo, dando sempre il massimo. Ho deciso di venire all’Hellas Verona perché la società ha mostrato un fortissimo interesse nei miei confronti, una trattativa che si è chiusa in 2/3 settimane, per fortuna bene. L’Hellas Verona è un passo enorme per la mia carriera, ho sempre seguito tanto la Serie A ed ora spetta a me dare il massimo in campo, contribuendo a raggiungere gli obiettivi di squadra. Il primo impatto è stato molto positivo col nuovo gruppo. Giocare in Serie A è molto importante per me. Ho visto tante partite della passata stagione dei gialloblù, una squadra forte che dava sempre tutto in campo. La Serie A è un campionato famoso ed ora ci sono anch’io. Un giocatore a cui mi ispiro? Sono io. Cerco di migliorarmi tutti i giorni, tirando fuori il meglio di me. Anche se sono ancora molto giovane, ho già giocato in Spagna e Belgio ed ora voglio dare tutto per il Verona. L’avversario che non vedo l’ora di affrontare? Ronaldo. Ci ho già giocato contro in Spagna e non vedo l’ora di ritrovarlo in campo. Replicare quanto fatto da Amrabat a Verona? Non lo conosco come giocatore, ma io sono Martin Hongla e sono qui per dare il mio meglio. Numero di maglia? Vorrei la maglia n.18 che ho sempre avuto sin da bambino. Se penso alla nazionale camerunense? Certamente è un mio obiettivo e la Serie A spero che mi aiuti a ritrovarla” ha dichiarato il nuovo centrocampista dell’Hellas Verona, Martin Hongla.