”È stata una decisione facile per me accettare la proposta dell’Hellas Verona, grazie anche alla presenza dell’allenatore Grosso che ho conosciuto a Bari. L’esordio col Padova? È stata una partita difficile contro una squadra fisica. Personalmente non sono riuscito a fare quello che volevo, siamo una squadra nuova quindi ci occorre tempo. Quanto? Non molto, lavoriamo quotidianamente per crescere ed il gruppo è compatto – ha dichiarato Liam Henderson – Ogni partita è diversa e non esistono gare facili. La Serie B è un torneo dove tutti possono vincere contro qualsiasi squadra, anche le più quotate. Il mio ruolo preferito? Amo giocare a calcio e preferisco agire nella zona centrale del campo. Sono a completa disposizione del mister. Se Grosso me lo chiede sono pronto a giocare anche in porta. A Verona ho trovato una bella città, una società importante ed una tifoseria molto appassionata. All’Hellas c’è un progetto molto importante ed interessante. Differenze col calcio scozzese? In Italia c’è più tattica e qui posso solo che crescere”.