Nove minuti di sbandamento sono costati cari. Una lezione che deve servire per il futuro e che fa tornare coi piedi per terra il mondo Hellas Verona. La squadra di Juric, domenica sera allo stadio Olimpico contro la Roma, per un’ora di gioco è parsa solo lontana parente di quella ammirata ed applaudita nel girone d’andata. Ma in casa gialloblù, sia ben chiaro, è assolutamente vietato fare drammi. Un passo falso ci sta, anche se nella forma in cui è maturato stona e non poco. La Roma, in appena 9’, è riuscita infatti ad incanalare senza troppe difficoltà la partita a suo favore, uno scivolone quello scaligero che non si era mai verificato nell’era Juric. La classifica intanto continua a sorridere, gialloblù che nonostante il ko contro la squadra di Fonseca, sono riusciti a confermare il nono posto a quota 30 punti. Ora testa all’Udinese, una sfida quella in programma domenica prossima alla Dacia Arena, dove l’Hellas Verona avrà la ghiotta occasione di riprendere il cammino interrotto nella capitale.