L’Hellas Verona FC scende in campo per la Giornata Mondiale dell’Autismo. Proprio la città scaligera, infatti, sarà la capitale veneta dell’autismo dal 1 al 13 aprile, momento in cui verranno promosse una serie di iniziative volte a garantire risposte sempre migliori alle esigenze di queste persone “speciali”. Tutto ciò è ‘Euritmie-Talenti speciali accedono alle arti’, manifestazione patrocinata da Comune di Verona, Regione Veneto, Provincia di Verona, Azienda Ospedaliera Univestitaria Integrata, Università degli Studi di Verona, Ulss 20, Diocesi di Verona, Accademia delle Belle Arti, Ufficio Scolastico e promossa da Autismi Verona insieme al dott. Leonardo Zoccante, neuropsichiatra infantile dell’Azienda Ospedaliera.

Una serie di iniziative che prenderà il via venerdì 1° aprile con l’Hellas Verona FC subito protagonista: una delegazione della Società gialloblù, infatti, parteciperà alla tavola rotonda in Gran Guardia (ore 11) dal tema ‘In rete Pro-Autismi’, che sancirà la nascita di un coordinamento regionale delle associazioni che si occupano dei disturbi dello spettro autistico in Veneto. Presente anche l’ASD Ex Calciatori Hellas Verona, protagonista del taglio del nastro blu (colore simbolo dell’autismo) che inaugurerà la giornata di sabato 2 aprile. La chiusura delle manifestazioni è prevista per mercoledì 13 aprile (ore 17), con un seminario dedicato ai libri tattili dal titolo ‘Piccoli mondi a Con-Tatto’.

EURITMIE – Rassegna culturale e scientifica dedicata ai disturbi dello spettro autistico, giunta alla sua 3a edizione. L’obiettivo di questa iniziativa è quello di coinvolgere ogni anno una diversa provincia del Veneto e ha degli scopi molteplici: presentare le peculiarità delle diverse forme di autismo attraverso incontri, seminari e convegn, allestire mostre fotografiche e pittoriche che abbiano come protagonisti principali gli artisti con Autismo e che di esso parlino, promuovere incontri delle associazioni dei genitori con le realtà politiche, amministrative, produttive, sociali e sanitarie del Veneto e molto altro.

Fonte: hellasverona.it