Dieci sconfitte in diciassette giornate, solo 3 vittorie e 4 pareggi. Questi sono i numeri dell’Hellas Verona nel girone di ritorno. Dopo un’andata ben oltre alle più rosee aspettative (30 punti) nella seconda parte della stagione i gialloblù di Ivan Juric si sono sciolti come neve al sole, incamerando prestazioni e risultati deludenti che non potranno comunque, mai cancellare, quanto di buono fatto in precedenza. Peccato, perché ieri sera in casa del Crotone, già retrocesso con largo anticipo e capace di incassare la bellezza di 91 reti, l’Hellas Verona ha regalato allo stadio Scida forse la peggior prestazione dell’era Juric. Una prova incolore offerta dalla stessa squadra ammirata e lodata a più riprese nel girone d’andata. A 180’ dalla chiusura del campionato, i gialloblù lunedì sera al Bentegodi ospiteranno il Bologna, per poi chiudere al Maradona di Napoli. Gli ultimi due atti di una stagione che resterà, nonostante i recenti passi falsi, da ricordare, e che ci permetterà di calcare i campi della Serie A per il terzo anno consecutivo.

Lunga vita all’Hellas Verona!