La Corte Sportiva d’Appello Nazionale, in relazione alla decisione del Giudice Sportivo di chiudere la Curva Sud per un turno di campionato dopo Hellas Verona-Vicenza, ha svolto come da precedente decisione un supplemento di indagine che è di fatto consistito nell’audizione dei due collaboratori della Procura Federale i quali a loro domanda hanno confermato di aver distintamente percepito i cori ed ha conseguentemente, sulla base di tali dichiarazioni, respinto il ricorso del Club. Considerata la sospensiva in atto relativa a precedente episodio durante la gara Hellas Verona-Juventus del maggio 2016, saranno quindi due i turni di campionato da disputare con il settore Curva Sud privo di spettatori. Le dichiarazioni del presidente dell’Hellas Verona Maurizio Setti, rilasciate in esclusiva a hellasverona.it: “Siamo rammaricati, delusi e indignati per questa decisione che non rispecchia la verità, come abbiamo provato a dimostrare attraverso le numerose prove portate a sostegno delle nostre convinzioni, che infatti ci hanno consentito di avere la Curva piena con il Carpi. Il Club si è mosso con grande professionalità e decisione in tutte le sue componenti per fare giustizia ma questo, incomprensibilmente, non è bastato. Come nel nostro stile, prendiamo ora atto della decisione, anche se rimaniamo fermamente convinti che la verità sia un’altra, ritenendo questa una grave ingiustizia nei confronti dei tifosi, che faremo tutto il possibile per tutelare come meritano”. Fonte: hellasverona.it