L’arrivo di Alfredo Aglietti sulla panchina dell’Hellas Verona ha giovato non solo a Di Carmine e compagni ma anche a tutto l’ambiente gialloblù. Dopo un’annata ricca di sofferenza e poche emozioni, quella che oggi scende in campo è ben altra squadra rispetto a quella “ammirata” sino a pochi giorni fa. Tutti gli interpreti sono messi in campo nelle condizioni di rendere al meglio, senza alcun stravolgimento tattico. Unità d’intenti, gioco fluido ed efficace le caratteristiche principali del nuovo Verona targato Aglietti. L’uscita di scena di Fabio Grosso ha rivitalizzato tanti giocatori, Di Carmine su tutti. Ma adesso arriva il bello. È assolutamente vietato fermarsi proprio ora, ad un passo dal ritorno nella massima serie italiana. Solo il Cittadella, squadra ordinata e gestita molto bene da Venturato, separa i gialloblù dal sogno. Da Cittadella a Cittadella. Il cammino di Aglietti è partito proprio al Tombolato e giovedì contro il club di patron Gabrielli, l’allenatore gialloblù ha la grande occasione di avvicinare l’Hellas Verona all’olimpo del calcio italiano. Forza gialloblù!!!