“Parlare di Verona mi fa sempre un certo effetto. Doppio ex della sfida di domenica sera al Bentegodi? Per me c’è solo l’Hellas. Non sto scherzando. Non so perché, forse è una malattia (ride, ndr). Seguo sempre i gialloblù, sono rimasto tifoso. La squadra di Juric è molto difficile da affrontare, per tutti. E lo sarà anche per la Roma domenica sera al Bentegodi. Loro hanno sicuramente più qualità, ma questa squadra ha dimostrato di potersela giocare contro chiunque. Anche a Torino, contro la Juventus, ha fatto un’ottima partita. Il Gregori di oggi? Alleno in Eccellenza sotto casa mia, a Monterotondo. È come se abitassi all’Antistadio e giocassi al Bentegodi, bellissimo! È tutto fantastico. Mi sto togliendo davvero tante soddisfazioni con questi ragazzi, – ha dichiarato l’ex portiere dell’Hellas Verona, Attilio Gregori, a Hellas Live – Grazie all’organizzazione ed all’intensità di gioco, l’Hellas Verona di partita in partita dimostra di avere anche qualità. Dopo tredici giornate ha già 18 punti, un bottino davvero importante, conquistato con merito. I gialloblù ti affrontano a tutto campo, sono organizzati, corrono tanto, rischiano a volte, ma regalano sempre bel calcio. Ti diverti a vederli giocare. E quest’anno il tifoso del Verona, comunque vada, esce sempre dallo stadio soddisfatto”.