L’avventura di Luca Toni all’Hellas Verona è già giunta ai titoli di coda. Dopo tre anni da calciatore, con 100 presenze tra campionato e coppa Italia, 51 reti (42 in Serie A nei primi due anni, con storico titolo di capocannoniere, ndr) ed un anno da dirigente, il campione del mondo 2006 ha deciso di farsi da parte. Il club di via Francia non è riuscito a ritagliargli un ruolo ad hoc e per questo dal prossimo 1 luglio, Luca Toni non sarà più un dirigente della società di Maurizio Setti. Luca tanto ha dato a Verona, quanto ha ricevuto dal fantastico pubblico scaligero che lo ha eletto vice sindaco, dietro solo alla leggenda Preben Larsen Elkjaer. Caro Luca, grazie dei momenti unici che ci hai fatto vivere, dalla doppietta all’esordio al Bentegodi contro il Milan, al cucchiaio dagli undici metri sotto la Curva Sud contro la Juventus, senza dimenticare la rete di Udine che ti ha permesso di celebrare i 300 gol in carriera. Di ricordi ed emozioni ce ne sarebbero tante da raccontare, ma una cosa è certa: Verona ti ricorderà e ringrazierà per sempre! In bocca al lupo, Luca! Con affetto, Hellas Live.