A meno di 24 ore dal terremoto che ha colpito tutta la Serie B, Gabriele Gravina è intervenuto a margine del Forum del Corriere dello Sport ‘Il calcio che vogliamo’. "È nelle prerogative della Lega di B dare seguito alla sentenza che è esecutiva e proseguire con i playoff", ha spiegato il presidente della FIGC. "Una riflessione più approfondita dobbiamo farla sui playout, perché mi sembra che il Consiglio direttivo della Serie B non abbia competenza in materia. Per cui sarà questo motivo di approfondimento al prossimo consiglio federale (in programma giovedì 16 maggio, ndr". Gravina si è poi soffermato sulla crisi che sta colpendo il calcio italiano, lanciando un’idea che rivoluzionerebbe il nostro massimo campionato. "Il nostro sistema sta vivendo una crisi che ha bisogno non tanto di regole ma di un nuovo cambiamento. Deve cambiare verso. In maniera molto provocatoria, avevo parlato di playoff e playout in Serie A", ha proseguito Gravina. “È una modalità per aprire un confronto, ma è un’idea che mettiamo sul libro di fantascienza e poi ci possiamo confrontare. Ci può essere una prima fase di campionato con 10 squadre da playoff e 10 da playout, poi una seconda fase che genererebbe interesse".