– Complimenti a Gollini. Penso che giocherà anche a Roma. Volevamo vincere contro il Genoa per dedicarla a Emil –

L’allenatore dell’Hellas Verona FC commenta il pareggio del Bentegodi contro il Genoa.

– Faccio i complimenti sia a Pier (Gollini, ndr) che a Perin. Il futuro dei portieri in Italia è al sicuro. L’estremo difensore del Genoa è stato decisivo in 2/3 occasioni e anche il nostro, all’esordio, si è fatto trovare pronto. Abbiamo subito la botta per il vantaggio rossoblù, ma la squadra ha avuto una grande reazione e posso per questo, oltre che per il risultato finale, essere contento. Ad un certo punto gli equilibri sono venuti meno ma è emerso il nostro grande cuore. L’errore di Marquez? Può capitare anche ai migliori. La partita di questa sera potevamo vincerla come perderla e guardando la classifica non possiamo che essere contenti. Saviola? Ha fatto la partita che doveva fare. Ionita? Fantastico, ha avuto tre palle gol ed alla fine ha segnato nell’occasione forse più difficile. Lazaros? Ci vuole pazienza, ha qualità, un giocatore che a me piace molto. Tachtsidis? Ha fatto una gran partita, come Campanharo. Volevamo vincere per dedicare la vittoria a Emil, una persona molto importante nello spogliatoio. L’infortunio di Martic? Ha subito un forte colpo in testa, lo valuteremo domani ma difficilmente sarà a disposizione per Roma. Rafael e Benussi? Anche loro penso che non saranno della partita sabato all’Olimpico, ma non c’è problema, l’Hellas Verona ha un gran portiere, sia pur giovane, come Gollini -.